NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Senior Team

1° PER BOWL

Sabato 15 luglio si è svolto il 1° PER Bowl, un torneo di fivemen presso la sagra dei Per di Bribano (Bl). Un connubio di sport, amicizia e festa ben organizzato dai Celtics Feltre per promuovere il football americano in regione, e che richiede una replica in futuro.
Le sei squadre partecipanti, divise in due gironi, hanno dato vita a partite spettacolari e molto combattute sino al fischio finale. Sono i Saints Padova ad aggiudicarsi il torneo davanti a Thunders Trento e i padroni di casa dei Celtics Feltre.
Le due partite di girone, vinte grazie alle segnature di Pracchi, Boninsegni e Danese, ben imbeccati da Giustozzi, sempre ben supportati dalle corse di Carella e dalla difesa guidata da Libero, hanno permesso ai padovani di sistemare gli schemi in vista dell’ultimo match. Come da previsione, la finale contro i Thunders Trento è molto combattuta fin da subito, e vede i Saints vincere soltanto di un punto, grazie alla trasformazione andata a buon fine, a differenza di quella dei trentini.


Questi tutti i risultati:
Girone A; Celtics-Saints 12-13; Saints-Alligators 14-6; Celtics-Alligators 18-6
Girone B: Cavaliers-Thunders 7-18; Coltivatori-Thunders 0-7; Coltivatori-Cavaliers 0-22


5/6° Coltivatori-Alligators 7-6
3/4° Celtics-Cavaliers 8-6
1/2° Saints-Thunders 7-6

Saints Team @ PER Bowl 2017

SAINTS VITTORIOSI ALL'ULTIMA GIORNATA

Hanno chiuso con orgoglio questo campionato i Saints Padova: domenica a Castelfranco l’hanno spuntata sui Cavaliers (16-17), combattendo fino alla fine e ottenendo la vittoria a pochi secondi dal termine del match.

Buona prova fin dall’inizio dei padovani che sul finire del primo quarto si portano molto vicini alla goal line grazie ad alcune buone corse degli ottimi Salvatore Carella e Francesco Garofalo, e guadagnano il primo touchdown con un’azione personale del quarterback Simone Breggiè. A segno anche l’extrapoint calciato da Riccardo Petrolati (0-7). Ma al drive successivo, dopo un ottimo ritorno di kickoff, i Cavaliers pareggiano (7-7). Dopo pochi minuti dall’inizio del secondo quarto, è ancora la squadra di casa ad allungare le distanze con un bel passaggio dalle proprie 34 yards che si conclude in touchdown (13-7). Non ci stanno i Saints che, in buona posizione, tentano il field goal e Petrolati calcia tra i pali (13-10), ma a pochi secondi dalla fine del primo tempo, anche i Cavaliers segnano un field goal, fissando il punteggio sul 16-10.

Il terzo quarto vede entrambe le squadre lottare con grinta, fino a commettere numerosi falli, ma i Saints non mollano questa volta e difendono bene. Non solo, a pochi secondi dalla fine, l’offense sorprende la difesa castellana e Tommaso Masiero porta la palla oltre la goal line segnando il touchdown del pareggio. E’ ancora Masiero che si incarica di calciare l’extra point e non lo sbaglia, decretando la sudata vittoria di un solo, ma importantissimo, punto (16-17). Da segnalare, subito dopo il kickoff, anche il bellissimo intercetto di Riccardo Furlan su un tentativo di passaggio dei Cavaliers e su questa bell’azione, l’arbitro fischia la fine della partita.

I parziali: 7-7; 9-3; 0-0; 0-7

I Saints, dopo una stagione segnata da infortuni, assenze e numerose difficoltà, hanno dimostrato di non essersi arresi: una vittoria sudata (anche sotto il profilo meteorologico!), ma che riporta il sorriso e la voglia di riscatto per il prossimo anno. Gli allenamenti infatti non finiranno con quest’ultima gara, ma continueranno – con una breve pausa ad agosto – per migliorare la preparazione atletica e continuare a lavorare sugli schemi di gioco.

Al termine della partita, un ringraziamento particolare è stato espresso dal coaching staff ai giocatori con “maggiore esperienza”, che hanno dato tutto fino alla fine nonostante impegni familiari e lavorativi e sui quali la squadra vuole contare anche il prossimo anno, dentro o fuori il campo di gioco, in primis sul capitano Marco Zecchini.

Per le foto si ringrazia Mattia Radoni.

       

Saints ancora a bocca asciutta

Le premesse erano buone...

Bella partita quella di sabato sera a Sant’Agata Bolognese: due squadre che partivano con un record di vittorie e sconfitte alla pari, tanta voglia di non finire all’ultimo posto in girone e di aggiudicarsi la sfida diretta. I Saints ci sono andati vicino, ma – nonostante si sia visto un certo miglioramento rispetto alle precedenti – hanno lasciato la vittoria agli avversari. Purtroppo ci sono stati altri errori che hanno favorito i Knights e hanno permesso loro di segnare di più.

Dopo un primo touchdown della squadra di casa, è a pochi minuti dall’inizio del secondo quarto che i Saints si fanno pericolosi, prima con una corsa di Masiero di quasi 50 yards, poi con un bel pass di Breggiè per Giustozzi fermato a ridosso della goal line, infine con una corsa centrale di Bugada che segna (7-6). Il primo tempo vede infatti i padovani molto aggressivi e tenaci: forzano fumble, la difesa tiene (bravo anche Mattia Griggio, nelle ultime due partite impegnato come linebacker), l’offense riesce a guadagnare il down ripetutamente (buona prova anche di “Totò” Carella, impegnato come running back a dare man forte a Masiero, vista l’assenza di Garofalo per infortunio), tanto che sul finire del secondo quarto, un altro pass di Breggiè trova questa volta Danese, pronto a segnare il td del sorpasso (7-12).

L’aggressività però può essere anche molto pericolosa e una lunghissima corsa (con guadagno del primo down) di Masiero e un bel passaggio di Breggiè per Boninsegni (in touchdown!), vengono annullati nel secondo tempo a causa di due falli. Azioni che favoriscono anche l’avanzata dell’offense bolognese, che arriva a segnare nel terzo e nel quarto quarto altri due td, portandosi a casa la vittoria, nonostante il recupero dei Saints nell’ultimo quarto.

I parziali: 7-0, 0-12, 7-0, 6-0 (punteggio finale 20-12). 

Soddisfazione e delusione anche per il coaching staff che, se da una parte ha riscontrato una nuova coesione di gruppo e una migliore concentrazione in campo, dall'altra dovrà lavorare perché questi errori non si ripetano anche nel prossimo e ultimo incontro. 

Una stagione che è iniziata con molti infortuni (ultimi sabato sera anche quelli di Giustozzi e Minazzato): assenze pesanti che hanno influito sulle prestazioni della squadra e, di conseguenza, sull’umore generale.

 

Ma archiviata anche questa sconfitta, i padovani hanno davanti due settimane di intenso lavoro per preparare l’ultima e fondamentale partita contro i Cavaliers con un moto di orgoglio, dimostrando che una squadra è tale fino alla fine e gettando le basi anche per il prossimo campionato.

Appuntamento domenica 28 maggio a Castelfranco V.to, kickoff alle ore 16.00. Una trasferta "vicina" in cui servirà il sostegno del maggior numero di tifosi possibile! Go Saints!

Copyright 2013 PadovaSaints, All rights reserved.